Building a Strength Trainer

 
Quest’anno ho avuto la grande fortuna di riuscire a partecipare al corso istruttori di powerlifting tenutosi il 12/13 e 26/27 Febbraio e devo ammettere che è stata una bellissima esperienza molto più di quanto non potessi aspettarmi!

I primi due giorni sono stati dominati dalla parte teorica e dalle spiegazioni tecnico-scientifiche da parte del presidente Sandro Rossi e di -quelli che ormai considero amici- Ado Gruzza e Alessio Marazzini, che hanno esposto a tutti i partecipanti il mondo del powerlifting e spiegato come esso possa essere la chiave di volta di ogni attività fisica: fitness, bodybuilding, preparazione atletica. 
La cosa positiva è che il corso ha trattato l’argomento dalla base, facendo in modo che tutti potessero essere allo stesso livello. Alcune cose le conoscevo, altre assolutamente no, ad altre ci ero già arrivato attraverso le mie infinite seghe mentali e sono stato veramente soddisfatto di me stesso per essere arrivato, ragionando, a quelle che sono verità.
Lo scopo dei relatori era quello di far comprendere perché ci si debba allenare in modo esplosivo e cosa esso comporti a livello muscolare, dal reclutamento all’esecuzione degli esercizi. Si sono proposti modelli allenanti (semplici esempi pratici, dal modello russo al bulgaro, passando per un modello di onda cinese) e si è spiegato come utilizzare le power-lifts in ogni ambito sportivo.

Molto divertenti, devo ammettere, le parentesi in cui si prendevano un pò in giro i dogmi assurdi e le esecuzioni ancora peggiori del bodybuilding dove, questo lo aggiungo io, tutto funziona perché nessuno capisce niente. È stato bellissimo vedere campioni di powerlifting con tecnica impeccabile e poi ridere, qualche minuto dopo, ai yeah buddy di Ronnie Coleman che il palestrato medio cerca di imitare credendo che quella sia l’esecuzione corretta.

Un grande applauso va al mitico Paolo Evangelista, Ironpaolo, che ha soddisfatto una platea di 60 persone con un intervento epocale sull’analisi biomecceanica dello squat, con tanto di modellino in lego della catena cinetica posteriore del corpo per spiegare perché i muscoli siano biarticolari! Posto qua sotto l’immagine del modellino perché reputo meriti veramente, la prendo direttamente dall’intervento nel suo blog che riguarda propria la sua esposizione.

 

Il secondo week-end è stato dedicato completamente alla parte pratica e allo svolgimento e cura delle power-lifts. 
Lo “staff” ha corretto ad ogni singolo candidato istruttore le proprie esecuzioni di panca, stacco e squat, spronando gli stessi atleti a correggersi a vicenda, in modo da permettere loro di mettere già in pratica e testare quello che poi dovranno fare nelle palestre.
Personalmente sono molto soddisfatto per il miglioramento che ho ottenuto nello squat, alzata per la quale mi sono sempre dannato perché mai la avevo capita fino in fondo.
L’ultimo giorno si è tenuto l’esame (esecuzione dell’esercizio, correzione dell’esercizio altrui e proposta di metodo per migliorare) e infine sono stati consegnati i certificati di allenatori di powerlifting di I livello e le fantastiche magliette polo dell’accademia italiana powerliftin con scritto ben evidente “allenatore“.

A livello umano è stata poi un’esperienza fantastica. Ho avuto l’occasione di conoscere molti amici con cui avevo avuto il piacere di parlare solo via web, come William Wallace di bodyweb, uno dei miei primi amici trovati sul forum e -tristemente- collega di infortuni, Simone Vignale, anche lui ligure, con cui avevo parlato solo via facebook, grosso circa il triplo di me e con il doppio dei miei carichi, il grande Andrea Biasci, Visione su vari forum, grande in tutti i sensi, soprattutto in senso fisico visti i direi 2 metri circa di statura e MrCrow, anche lui bodywebbiano, con il quale ho avuto più volte occasione di parlare tramite internet.

Preciso che non sto facendo pubblicità, il materiale FIPL sta cominciando ad essere incredibilmente qualitativo, sarebbe un delitto non renderlo pubblico, in modo da diffondere quello che considero lo sport dei pesi praticabile da chiunque: il powerlifting.
Questa volta la FIPL ha fatto le cose in grande, il materiale fornito è stato di prima qualità, dalla chiavetta USB griffata al blocco degli appunti, per arrivare alla marea di ottimo materiale che devo finire di studiarmi che è stato inserito nella chiavetta sopracitata. 

Credo che la cosa più importante che posso aver appreso da questo corso è prima di tutto che c’è sempre un mondo di cose che non si sanno oltre quelle poche conoscenze che si hanno e ciò per uno come me è un modo incredibile per spronarmi a migliorare su qualsiasi fronte, ho capito per l’ennesima volta che il powerlifting lo fanno gli atleti e che tra tutti, scherzi e battute a parte, esiste un enorme rispetto, ma questo già lo si capiva dal fatto che ai corsi non esiste una cattedra e dunque un’esposizione dogmatica (di quelle che odio, modello scuola) ma c’è un dialogo tra chi spiega e chi ascolta.
Devo ammettere che ho anche capito molto di me stesso e questo lo reputo il valore aggiunto di quello che non è un semplice corso. Ma qui si sta andando sul filosofico e chi legge si sarà sparato da tempo…. 

Pubblico la foto dell’attestato di Istruttore, che inserisco anche con enorme orgoglio nel mio curriculum!! E ovviamente la foto di gruppo..
Il diploma
La bellissima polo da istruttore FIPL, con tanto di Logo dell’Accademia e la scritta “istruttore”
L’immancabile foto di gruppo

  

Annunci

3 commenti

  1. Ciao, no il materiale consegnato è stato, appunto, solo consegnato.. gran parte del materiale è stato fornito nella chiavetta usb. Molte cose sono state riprese, ma non so se e come verrà reso pubblico.

  2. Ciao Alessio,complimenti per il riassunto della splendida esperienza. Io sbavavo leggendo, non avendo potuto prender parte a questo splendido corso. Dev'essere stata una splendida esperienza. Noto per altro che il livello organizzativo è stato alto. Per non parlare del modello spaziale fatto da Paolo!!!Ciao Ale!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...