Il “funzionale”: la panacea di ogni male

Benvenuti in uno dei miei articoli delirio. Oggi ce la prenderemo con loro:

Sì, con loro, i prodi 300 che alle Termopili hanno impedito a Serse di invadere la Grecia. Perché, poveri eroici spartani? Perché a causa loro, un miliardo di persone crede di combattere, da sola, contro un invasione persiana ogni volta che entra in palestra. Tutta la moda del funzionale, tutte le minchiate che circolano nel mondo del fitness, sono causate da questo film, in particolare tutto credo sia stato causato da questo video, guardatelo se non lo avete mai visto:

C’è tutto quello che si può desiderare: circuiti, kettlebell usati senza il minimo motivo, anelli, persino il tipo che dice “No pain, no gain, no abs”, fantastico. Ne sono convinto, questo video è responsabile di tutto. La gente ha fatto l’ovvio collegamento mentale: quelli di 300 sono grozzi (si, con la z) e tirati perché fanno crossfit/funzionale, allora quella è la chiave per diventare grozzi, tirati e prendere tonnellate di figa, talmente tanta chesi dovranno scacciare le ragazze con taser. Il sogno di tutto.

Il problema è che poi il “funzionale” s’è posto come panacea di tutti i male, mi permetto 2 simpatiche digressioni.

La prima riguarda la totale idiozia dietro la commercializzazione di questa moda.  La settimana scorso sono incappato in numero di Kettlebellmag dell’Ottobre del 2011 e il titolo era esattamente questo: “ALLENAMENTO DEI CLIENTI AFFETTI DA CANCRO”.
L’articolo era la solita cagata scritta da una personal trainer americana che mostrava come la sua fortissima cliente (dal punto di vista della volontà), nonostante in chemioterapia avesse la forza di andare in palestra per allenarsi. Era ginnastica semplice, nelle fasi di chemioterapia pesante era praticamente solo stretching, ma ovviamente con il migliorare della situazione fisica della persona è stato possibile introdurre anelli e tutte quelle functional-stronzate che tanto piacciono. Eccolo qui, il funzionale è la panacea di ogni male! Persino se sei malato di cancro, se sei in piena chemioterapia, puoi andare in palestra a farlo e stare bene. Complimenti davvero.

Nella rivista in questione, stesso numero, c’era anche questo articolo: ALLENAMENTO PER IL MOTOCROSS, e c’era sto tipo sfigatissimo che (vestito da motocross, con tanto di casco!!!) eseguiva uno swing con 16kg decantandone le infinite lodi. Ricordo su un altro numero di Kettlebellmag in cui c’era la preparazione fisica per il golf con i kettlebell! Giuro, gli articoli li ho letti, ma proprio non mi torna perché per il motocross o per il golf uno debba scegliere dei kettlebell piuttosto che altro…

Il problema è che ormai il kettlebell è uno strumento mitologico, ormai il Kettlebell è come il Mjolnir, nella mentalità comune chiunque lo solleva possiede il potere di Thor. Ma ovviamente il funzionale non si ferma qui, è arrivato, come l’Enterprise, là dove nessuno è giunto mai:

Non so voi, ma io a 0:01 avevo già detto “che ca**o sta facendo?”. Davvero c’è gente che crede alla storia della “vita quotidiana” dietro queste attività? Perché tra le varie cose è pure questo il successo del funzionale: il miglioramento della vita quotidiana. Sapete come si migliora la vita quotidiana? Bassa % di massa grassa, dieta vagamente equilibrata, attività fisica! Attività fisica di qualsiasi tipo, non occorre far gli idioti tra 3 cavi per essere in forma, basta un bilanciere, basta qualche kettlebell, basta anche il corpo libero, ma prima di tutto serve un metodo e la conoscenza di biomeccanica base, la capacità di determinare quando si sta facendo qualcosa di decente o meno. La maggior parte di quello che viene proposto su internet, è priva di metodo.

I circuiti, lo swing (sto maledetto swing!!!) sono viste come le attività definitive per il fisico, perchè:
1) fanno faticare
2) li fai per poco
3) fai cardio
4) fai pesi

sommate tutto questo avrete un ideale fisico scolpito in 10′ di attività fisica. Un pò come i “3′ di addominali al giorno” di Mediashopping. La chiave di tutto è il punto 2, il “poco tempo”.
Perché: vuoi perdere peso?
1) dieta
2) attività fisica
Fine della storia. Il problema è che la gente non ha voglia né dell’uno né dell’altra, quindi faticare come un mulo da soma per 10′ fa credere loro di stare facendo l’attività definitiva, il problema è che lo specchio non mente. Tutto ciò che implica un risultato richiede sforzo e sacrificio, cosa che la gente sembra anche disposta a fare dato che sono pronti ad immolarsi al’allenamento con un Leonida, ma il problema è che è disposta solo per poco tempo.

Ogni sport, ogni attività fisica, ha i suoi determinati sistemi energetici di cui necessità, perciò i kettlebell per il motocross sono utili quanto un bilanciere, né più né meno se non si spiega il vero motivo dietro. Un kettlebell non rende più forti di un bilanciere. A tal proposito, ulteriore sassolino via dalla scarpa. Sollevare un fottuto kettlebell da 40-48kg sopra la testa non rende nessuno un supereroe, ma forte come uno che sopra la testa solleva 80kg-96kg di lento avanti. Fine della storia. Io faccio 70kg di lento avanti, un pò di più, a gambe e busto completamente immobili, con un leggero slancio e allenamento specifico un kt da 40kg una volta sopra la testa lo tiro pure io che non mi alleno per diventare uno spetnaz. Se fate pistol con un kettlebell, non siete fighi né forti, state facendo un pistol con un attrezzo che sostituito con un manubrio non cambia praticamente nulla (perché nell’80% dei casi in cui si propone di usare un kettlebell si potrebbe usare un manubrio senza alcuna differenza effettiva, dato che la maniglia serve a non affaticare la presa su lunghe ripetizioni) e non siete sicuramente più forti di una che squatta 200kg.

Il funzionale va bene o no per la preparazione fisica di qualche sport? Guardate ai sistemi energetici coinvolti, non a quanto l’attività che fate imiti la fatica dello sport che dovete andare a fare. Stesso discorso, ovviamente, per il bilanciere o i kettlebell. Se in un articolo state leggendo di sistemi energetici, di mmol/l di acido lattico, di fibre muscolari, di carico ottimale  e coordinazione muscolare allora state leggendo un articolo serio. Il resto è marketing.

Annunci

6 commenti

    1. Dipende come li usi, se ci fai dip e trazioni non diventi certo un superuomo 😉

      Senza considerare che se non cominci ad una certa età, “all’altro livello” non ci puoi arrivare purtroppo 🙂

  1. mi spiego meglio. Qui non si tratta di “funzionale”, ma di ginnastica artistica maschile: lo sport più duro del mondo. Il “funzionale” ne ha scopiazzato gli aspetti più easy, addolcendoli ulteriormente, ma in effetti questa parte è l’unica secondo me degna di esser salvato in questo bailamme di cazzatine spartane.
    Vero che da adulti non si possono apprendere da zero certe routine complesse, ma anche solo il fatto di provarci SERIAMENTE, ti garantisco che ti apre un mondo. In parte di infortuni, ma anche di prestazioni che uno non si immagina. E anche l’estetica ne guadagna. Esempio, i miei bicipiti (tradizionalmente indietro al resto) sono finalmente esplosi con quella roba lì: tipo arrampicarsi a palo/fune con le gambe a L, MA CON STILE GINNICO (aspetto che fa la differenza).

  2. Ciao mi chiamo Samuele e pratico motocross da 10anni e ghirisport o kettlebell lifting (che fa più figo) da 2. Ho anche frequentato per 5/6 una palestra tradizionale alzando manubri e bilanceri con annessa schedina del personal di turno. Sfortunatamente non ho letto l’articolo (presumo una belinata atomica) sul motocross però posso dirti che hai bisogno di fiato, gambe buone e resistenti, una buona “schiena”, e sopratutto degli AVAMBRACCI pronti a tutto. Quindi facendo strappo (snatch) anche con un 16kg hai dei benefici in termini di resistenza nella mano (che è quella che ti tiene attaccato al manubrio) e nell’avambraccio…. Lavorando in maniera seria ovviamente… Non voglio entrare nel merito del perchè o del percome ma lo strappo è un buon allenamento per la moto. Io baso il discorso sull’uso della gyria con allenamenti tradizionali russi e non su quello che trovi nelle palestre da fitness.
    Poi se vuoi andare in moto meglio che allenarti in moto non c’è cosa…
    ciao!!
    p.s
    il vostro forum mi piace molto e anche la tua pagina fb.

  3. Non sono assolutamente daccordo con quanto hai dichiarato col tuo articolo, allenamenti su Fitballe Kettlebell ti portano ad allenare la muscolatura profonda, stabilizzatori ecc. Non è vero che un allenamento è uguale ad un altro dipende dagli obbiettivi che devi raggiungere e non certo facendo una moderata attività fisica che puoi ottenere risultati specifici. Che vi sia marketing è ovvio ma dove non esiste?? Tutti ti devono vendere qualcosa, chi il tesmed, chi l’ab rocket ecc. Il kettlebell ha una sua valenza se lo si usa intelligentemente per il resto senza un obbiettivo specifico non ha senso usare un attrezzo piuttosto che un altro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...