Le priorità nel Powerlifting Raw I – introduzione

Citando il Dottor Mike Israetel, professore di Scienza dell’esercizio fisico all’università di Temple, Philadelphia, di cui ora tradurrò un video, nelle prossime settimane faremo un viaggio mistico sui principi fondamentali dell’allenamento del powerlfiting raw per scoprire come avere successo nell’allenamento raw e trarre il massimo dai nostri allenamenti. La traduzione ovviamente non sarà letterale, sarebbe incredibilmente noioso. Israetel è in cattedra e io prendo appunti e li condivido con voi, nella maniera più possibile vicina a quanto dice.

Cominciamo con la traduzione di questo video introduttivo:

Parleremo delle priorità per il successo nel powerlfiting raw! Alla base di questo successo ci sono i seguenti principi, in questo specifico ordine:

  1. Specifiità
  2. sovraccarico
  3. gestione della fatica
  4. SRA (Stimolo, Recupero, Adattamento)
  5. Variazione
  6. periodizzazione (phase potentiation)

Se gestite tutte queste priorità e in quest’ordine avrete successo nel powerlifting raw! Facciamo una rapida analisi di cosa siano questi elementi, che analizzeremo nel dettaglio più avant con un video per ognuno di essii.

  1. La specificità per il powerlfiting significa allenare le powerlifts e andarci pesante. Se passate mesi ad allenarvi con altri esercizi leggeri state perdendo tempo, tutto parte dopo aver la certezza che vi state allenando pesante sulle powerlifts.
  2. Dovete sovraccaricare, andare pesante e pesante ancora, dovete far diventare gli allenamenti sempre più duri. I migliori powerlifter del mondo magari si allenano diversamente, ma hanno una cosa in comune: si allenano pesante e cercano di andare sempre più pesante!
  3. La gestione della fatica è essenziale per ottenere risultati, se non scaricate andate incontro a infortuni molto velocemente.
  4. Stimolo Recupero, Adattamento: gli allenamenti devono essere gestiti così. Dovete allenarvi, recuperare e ripetere. Se fate squat e poi non toccate le gambe per il resto della settimana, probabilmente state gestendo male questo principio.
  5. Variazione: se fate solo le powerlifts va bene, ma non svilupperete il vostro massimo potenziale. I progressi migliori li avrete inserendo varianti.
  6. La ciclizzazione (phase potentiation): dovete ciclicizzare i vostri allenamenti per ottenere il massimo di picco durante una gara. Costruite i muscoli, rendeli più forti e cercate il picco di forma per una gara!

La specificità comprende ogni altra variante, è il contenitore del successo nel powerlifting. Potete fare tutto perfetto, ma se non siete specifici tutto ciò che fate è inutile. Potete sovraccaricare perfettamente, gestire la fatica e scaricare in modo eccezionale, ma se non lo state facendo sugli esercizi target allora tutto viene meno. La specificità non è da considerare il primo punto, è da considerare prima di tutto. Fare un allenamento di estensioni per i tricipiti non è fare un buon allenamento!

Nelle prossime settimane vedremo nel dettaglio tutti questi punti! Nel frattempo consideriamo questo:

  • la specificità viene sempre prima.
  • Se vi state affaticando troppo, dovete gestire meglio la fatica, non potete aver bisogno di scaricare ogni 2 settimane.
  • La variazione deve essere introdotta in modo da gestire al meglio la fase di potenziamento in cui vi trovate, ma non deve sacrificare la specificà e il sovraccarico.

A presto con il primo video/traduzione riguardante la specificità.

Goodlift!

Annunci

3 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...